XVI LEGISLATURA


Resoconto stenografico dell'Assemblea

Seduta n. 496 di mercoledì 6 luglio 2011

Pag. 1

PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE ANTONIO LEONE

La seduta comincia alle 10,05.

GREGORIO FONTANA, Segretario, legge il processo verbale della seduta di ieri.
(È approvato).

Missioni.

PRESIDENTE. Comunico che, ai sensi dell'articolo 46, comma 2, del Regolamento, i deputati Albonetti, Alessandri, Bonaiuti, Bongiorno, Brambilla, Bratti, Brugger, Brunetta, Caparini, Carfagna, Casero, Castiello, Catone, Cenni, Cicchitto, Cirielli, Colucci, Cossiga, Craxi, Crimi, Crosetto, Della Vedova, Donadi, Fava, Fitto, Franceschini, Gelmini, Giancarlo Giorgetti, Giro, La Malfa, Lupi, Mantovano, Martini, Antonio Martino, Meloni, Miccichè, Migliavacca, Migliori, Misiti, Moffa, Mura, Leoluca Orlando, Arturo Mario Luigi Parisi, Pecorella, Picchi, Polidori, Ravetto, Reguzzoni, Romani, Romano, Paolo Russo, Saglia e Vito sono in missione a decorrere dalla seduta odierna.
Pertanto i deputati in missione sono complessivamente settantanove, come risulta dall'elenco depositato presso la Presidenza e che sarà pubblicato nell'allegato A al resoconto della seduta odierna.

Ulteriori comunicazioni all'Assemblea saranno pubblicate nell'allegato A al resoconto della seduta odierna.

Trasferimento a Commissione in sede legislativa della proposta di legge n. 1320 (ore 10,13).

PRESIDENTE. L'ordine del giorno reca l'assegnazione di una proposta di legge a Commissione in sede legislativa.
Propongo alla Camera l'assegnazione in sede legislativa della seguente proposta di legge, della quale la sottoindicata Commissione ha chiesto il trasferimento in sede legislativa, ai sensi dell'articolo 92, comma 6, del Regolamento:

alla I Commissione (Affari costituzionali):
GREGORIO FONTANA: «Modifica delle circoscrizioni territoriali dei comuni di Torre Pallavicina e di Soncino nonché delle province di Bergamo e Cremona» (1320).
(La Commissione ha elaborato un nuovo testo).

Se non vi sono obiezioni, rimane così stabilito.
(Così rimane stabilito).

Preavviso di votazioni elettroniche (ore 10,15).

PRESIDENTE. Poiché nel corso della seduta potranno aver luogo votazioni mediante procedimento elettronico, decorrono da questo momento i termini di preavviso di cinque e venti minuti previsti dall'articolo 49, comma 5, del Regolamento.

Pag. 2

Sull'ordine dei lavori.

EMANUELE FIANO. Chiedo di parlare.

PRESIDENTE. Ne ha facoltà.

EMANUELE FIANO. Signor Presidente, onorevoli colleghi, prendo spunto dalla coda della seduta di ieri dove alcuni colleghi hanno svolto riflessioni - peraltro largamente condivise - sui fatti drammatici della Val Susa avvenuti domenica scorsa. Non ci sarebbe e non c'è alcuna necessità di ribadire qui ancora una volta l'opinione del Partito Democratico su quei fatti, perché lo abbiamo fatto per tempo, mentre quei fatti si svolgevano, e quindi non ho alcuna difficoltà a ribadire i nostri sentimenti di solidarietà nei confronti delle forze dell'ordine che sono state attaccate insieme agli operai del cantiere della TAV da gruppi organizzati di violenti, che secondo noi avevano poco a che fare con la vicenda della Val Susa e molto a che fare con la scelta di attaccare le forze dell'ordine mentre si svolgeva una manifestazione pacifica di dissenso nei confronti di quella infrastruttura.
La violenza nella politica non troverà da questa parte mai nessuno spazio, mentre la concezione che il dissenso vada ascoltato lo troverà sempre, così come anche la sicurezza che nella democrazia i processi decisionali che si svolgono nelle sedi istituzionali proprie vanno alla fine portati fino in fondo, e le opere come la TAV che hanno avuto questo percorso vanno ora realizzate. Ma lo spunto - concludo Presidente - per ritornare sui fatti drammatici della TAV è perché, onorevoli colleghi, vorrei preventivamente mettere sull'avviso che nei giorni prossimi si celebrerà il decennale dei fatti drammatici del G8 di Genova (nei giorni tra