Camera dei deputati

Vai al contenuto

Sezione di navigazione

Menu di ausilio alla navigazione

Cerca nel sito

MENU DI NAVIGAZIONE PRINCIPALE

Vai al contenuto

Per visualizzare il contenuto multimediale è necessario installare il Flash Player Adobe e abilitare il javascript

Strumento di esplorazione della sezione Lavori Digitando almeno un carattere nel campo si ottengono uno o più risultati con relativo collegamento, il tempo di risposta dipende dal numero dei risultati trovati e dal processore e navigatore in uso.

salta l'esplora

Resoconti delle Giunte e Commissioni

Resoconto della V Commissione permanente
(Bilancio, tesoro e programmazione)
V Commissione

SOMMARIO

Martedì 12 gennaio 2010


INDAGINE CONOSCITIVA:

Indagine conoscitiva sull'efficacia della spesa e delle politiche di sostegno per le aree sottoutilizzate (Deliberazione di una ulteriore proroga del termine) ... 60

Indagine conoscitiva sulla finanza locale (Deliberazione di una proroga del termine) ... 61

SEDE CONSULTIVA:

Norme in materia di cittadinanza. C. 103 e abb.-A (Parere all'Assemblea) (Rinvio dell'esame) ... 61

Ratifica ed esecuzione dell'Accordo di Sede tra il Governo della Repubblica italiana e il Network internazionale di Centri per l'Astrofisica Relativistica in Pescara - ICRANET, fatto a Roma il 14 gennaio 2008. C. 2815-A Governo (Parere all'Assemblea) (Esame e conclusione - Parere favorevole con condizione ai sensi dell'articolo 81, quarto comma, della Costituzione) ... 62

ERRATA CORRIGE ... 64

V Commissione - Resoconto di martedì 12 gennaio 2010


Pag. 60

INDAGINE CONOSCITIVA

Martedì 12 gennaio 2010. - Presidenza del presidente Giancarlo GIORGETTI.

La seduta comincia alle 14.15.

Indagine conoscitiva sull'efficacia della spesa e delle politiche di sostegno per le aree sottoutilizzate.
(Deliberazione di una ulteriore proroga del termine).

Giancarlo GIORGETTI, presidente, ricorda che nella riunione dell'Ufficio di presidenza, integrato dai rappresentanti dei gruppi, svoltasi il 17 dicembre scorso, la Commissione ha deliberato di procedere ad una ulteriore proroga al 31 luglio 2010 del termine dell'indagine conoscitiva sull'efficacia della spesa e delle politiche di sostegno per le aree sottoutilizzate sulla base del programma che è in distribuzione, in ragione dei numerosi impegni della Commissione e delle difficoltà incontrate nell'acquisizione della disponibilità dei soggetti da audire. Rileva che, essendo stata raggiunta sul punto la necessaria intesa con il Presidente della Camera, ai sensi dell'articolo 144, comma 1, del Regolamento, è possibile quindi procedere alla formale deliberazione della proroga del termine dell'indagine. Pone quindi in votazione la proposta di proroga al 31 luglio 2010 del termine dell'indagine conoscitiva sull'efficacia della spesa e delle politiche di sostegno per le aree sottoutilizzate.

La Commissione delibera la ulteriore proroga al 31 luglio 2010 del termine di svolgimento dell'indagine conoscitiva sull'efficacia


Pag. 61

della spesa e delle politiche di sostegno per le aree sottoutilizzate.

Giancarlo GIORGETTI, presidente, avverte di aver dato mandato agli uffici di avviare gli opportuni contatti con i soggetti interessati al fine di predisporre un calendario delle audizioni da svolgere. Ricorda, quindi, che nell'ambito dell'indagine è prevista, per il 27 gennaio 2010, l'audizione dell'ing. Aldo Mancurti, Capo del Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica del Ministero dello sviluppo economico, già rinviata nella seduta del 17 dicembre 2009.

Indagine conoscitiva sulla finanza locale.
(Deliberazione di una proroga del termine).

Giancarlo GIORGETTI, presidente, ricorda che nella riunione dell'Ufficio di presidenza, integrato dai rappresentanti dei gruppi, svoltasi il 17 dicembre scorso, la Commissione ha deliberato di procedere ad una proroga al 31 luglio 2010 del termine dell'indagine conoscitiva sulla finanza locale sulla base del programma che è in distribuzione, in ragione dei numerosi impegni della Commissione e delle difficoltà incontrate nell'acquisizione della disponibilità dei soggetti da audire. Rileva che, essendo stata raggiunta sul punto la necessaria intesa con il Presidente della Camera, ai sensi dell'articolo 144, comma 1, del Regolamento, è possibile quindi procedere alla formale deliberazione della proroga del termine dell'indagine. Pone quindi in votazione la proposta di proroga al 31 luglio 2010 del termine dell'indagine conoscitiva sulla finanza locale.

Pier Paolo BARETTA (PD) rileva l'opportunità che nell'ambito dell'indagine conoscitiva siano acquisiti elementi informativi in ordine ai contenuto del decreto recentemente adottato dal Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dell'interno, che ha individuato l'elenco delle province e dei comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti cui spetta il premio di virtuosità di cui all'articolo 77-bis, comma 23, del decreto-legge n. 112 del 2008.

La Commissione delibera la proroga al 31 luglio 2010 del termine di svolgimento dell'indagine conoscitiva sulla finanza locale.

Giancarlo GIORGETTI, presidente, avverte di aver dato mandato agli uffici di avviare gli opportuni contatti con i soggetti interessati al fine di predisporre un calendario delle audizioni da svolgere. Ricorda, quindi, anche con riferimento a quanto osservato dal collega Baretta, che nell'ambito dell'indagine è già prevista per il 28 gennaio 2010 l'audizione del dottor Edoardo Grisolia, Ispettore generale capo dell'Ispettorato generale per la finanza delle pubbliche amministrazioni del Ministero dell'economia e delle finanze.

La seduta termina alle 14.20.

SEDE CONSULTIVA

Martedì 12 gennaio 2010. - Presidenza del presidente Giancarlo GIORGETTI. - Interviene il sottosegretario di Stato per l'economia e le finanze Alberto Giorgetti

La seduta comincia alle 14.20.

Norme in materia di cittadinanza.
C. 103 e abb.-A
(Parere all'Assemblea).
(Rinvio dell'esame).

Chiara MORONI (PdL), relatore, preliminarmente comunica di aver chiesto all'onorevole Bertolini, relatore del provvedimento in esame, di fornire alla Commissione bilancio chiarimenti sul successivo sviluppo dell'esame del medesimo.


Pag. 62

Isabella BERTOLINI (PdL), rileva che, avendo subito l'esame del provvedimento un'accelerazione dovuta alla sua calendarizzazione in Assemblea, i lavori presso la Commissione affari costituzionali si sono prevalentemente concentrati sui profili di merito, tralasciando il necessario approfondimento degli aspetti finanziari. Ricorda che il testo licenziato dalla Commissione affari costituzionali, nel modificare la disciplina per la concessione della cittadinanza italiana, prevede anche un coinvolgimento delle regioni e degli enti locali al fine di favorire il processo di integrazione linguistica, culturale e sociale degli stranieri. Pertanto, ritiene necessario un più approfondito confronto con il Governo, esprimendo anche l'orientamento a chiedere un'apposita relazione tecnica. Fa quindi presente che i capigruppo di maggioranza in Commissione affari costituzionali hanno anticipato la volontà di chiedere in Assemblea un rinvio in Commissione del provvedimento medesimo, al fine di svolgere il necessario approfondimento e di colmare le lacune ancora presenti nel testo.

Chiara MORONI (PdL), relatore, nel prendere atto delle argomentazioni addotte dalla collega Bertolini, concorda sull'opportunità di chiedere al Governo una relazione tecnica al fine di chiarire la portata degli oneri derivanti dal provvedimento in esame, nonché della previsione di un monitoraggio da affidare al Ministero dell'economia e delle finanze sui medesimi. Alla luce delle dichiarazioni dell'onorevole Bertolini, propone quindi di rinviare l'esame del provvedimento, non ritenendo utile che la Commissione bilancio si esprima su di un testo che la Commissione di merito non considera definitivo, ritiene vada approfondito e intende, con il consenso dell'Assemblea, riprendere in esame in sede referente.

Pier Paolo BARETTA (PD), rilevando preliminarmente che un eventuale decisione della Commissione bilancio in ordine al rinvio dell'esame lascia comunque impregiudicate le valutazioni politiche che saranno assunte dai gruppi in Assemblea in ordine all'eventuale rinvio in Commissione del provvedimento, ritiene che possa essere logico rinviare l'esame della proposta di legge in attesa delle decisioni che verranno assunte dall'Assemblea, fermo restando che in caso di prosecuzione dell'esame, la Commissione bilancio si convocherà immediatamente per esprimere il parere al riguardo.

Giancarlo GIORGETTI, presidente, avverte di avere acquisito anche l'avviso dell'onorevole Bruno, presidente della Commissione affari costituzionali, che concorda sull'opportunità che la Commissione bilancio rinvii l'esame del provvedimento.

La Commissione concorda sulla proposta di rinvio avanzata dal relatore.

Ratifica ed esecuzione dell'Accordo di Sede tra il Governo della Repubblica italiana e il Network internazionale di Centri per l'Astrofisica Relativistica in Pescara - ICRANET, fatto a Roma il 14 gennaio 2008.
C. 2815-A Governo.
(Parere all'Assemblea).
(Esame e conclusione - Parere favorevole con condizione ai sensi dell'articolo 81, quarto comma, della Costituzione).

La Commissione inizia l'esame del provvedimento e delle proposte emendative trasmesse.

Remigio CERONI (PdL), relatore, ricorda che il provvedimento in esame, recante la ratifica e l' esecuzione dell'Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Network internazionale di Centri per l'astrofisica relativistica in Pescara (ICRANET), è già stato esaminato dalla Commissione bilancio nella seduta del 26 novembre 2009. In quella occasione la Commissione ha espresso un parere favorevole formulando, ai sensi dell'articolo 81, quarto comma, della Costituzione, una condizione volta a modificare, in coerenza


Pag. 63

con la clausola di salvaguardia di cui al comma 2 dell'articolo 3, in termini di previsione di spesa la formulazione dell'autorizzazione di spesa di cui al comma 1 dell'articolo 3. Osserva che la Commissione di merito, nella seduta del 16 dicembre 2009, ha concluso l'esame del provvedimento modificando il testo al fine di recepire la condizione formulata dalla Commissione bilancio. Con riferimento al testo all'esame dell'Assemblea, segnala tuttavia che la disciplina relativa alle clausole di salvaguardia ha subito modifiche ai sensi dell'articolo 17, comma 12, della nuova legge di contabilità, n. 196 del 2009, entrata in vigore il 1o gennaio 2010, rilevando che, ai sensi della nuova vigente normativa, infatti, la clausola di salvaguardia deve essere effettiva e automatica. Fa quindi presente che la formulazione della clausola di salvaguardia di cui all'articolo 3, comma 2, limitandosi a fare riferimento al monitoraggio degli oneri da parte del Ministro dell'economia e delle finanze ai fini dell'adozione dei necessari provvedimenti, in conformità alla precedente disciplina contabile, non appare, tuttavia, pienamente conforme al dettato dell'articolo 17, comma 12, dalla legge n. 196 del 2009. Al riguardo, ritiene opportuno acquisire l'avviso del Governo.

Il sottosegretario Alberto GIORGETTI, con riferimento ai chiarimenti richiesti dal relatore, rileva che la stima degli effetti onerosi del provvedimento, pari a 440 mila euro annui in termini di minori entrate, è stata effettuata raddoppiando prudenzialmente la stima degli stessi in virtù della natura dell'attività svolta dall'ICRANET e tenuto conto anche dei possibili ulteriori sviluppi all'adesione prospettica di altri Paesi che potrebbe portare ad un ampliamento dell'organico potenzialmente soggetto alle agevolazioni previste. Alla luce di tale considerazione, ritiene che gli oneri derivanti dal provvedimento possano essere configurati in termini di limite di spesa e, pertanto, non si renda necessario predisporre una specifica clausola di monitoraggio degli oneri stessi nei termini più rigorosi previsti a seguito dell'entrata in vigore della nuova legge di contabilità pubblica.

Remigio CERONI (PdL), relatore, formula la seguente proposta di parere:
«La V Commissione,
esaminato il disegno di legge C. 2815-A, recante ratifica ed esecuzione dell'Accordo di Sede tra il Governo della Repubblica italiana e il Network internazionale di Centri per l'Astrofisica Relativistica in Pescara - ICRANET, fatto a Roma il 14 gennaio 2008;
considerato che gli effetti onerosi del provvedimento, in termini di minori entrate, sono stati stimati dalla relazione tecnica in 440 mila euro annui, raddoppiando prudenzialmente la stima degli stessi in virtù della natura dell'attività svolta dall'ICRANET e tenuto conto anche dei possibili ulteriori sviluppi all'adesione prospettica di altri Paesi che porterebbe a un ampliamento dell'organico potenzialmente soggetto alle agevolazioni previste;
ritenuto che gli oneri medesimi possono essere configurati in termini di limite di spesa e non si rende necessario predisporre una clausola di monitoraggio nei termini più rigorosi previsti dalla nuova legge di contabilità rispetto alla disciplina previgente richiamata dal comma 2 dell'articolo 3 del provvedimento;
esprime
sul testo del provvedimento elaborato dalla commissione di merito:

PARERE FAVOREVOLE

con la seguente condizione, volta a garantire il rispetto dell'articolo 81, quarto comma, della Costituzione:
all'articolo 3, comma 1, sostituire le parole: valutati in con le seguenti: pari a;
conseguentemente, al medesimo articolo 3, sopprimere il comma 2.».


Pag. 64

Il sottosegretario Alberto GIORGETTI dichiara di condividere, la proposta di parere formulata dal relatore.

La Commissione approva la proposta di parere del relatore.

La seduta termina alle 14.35.

ERRATA CORRIGE

Nel Bollettino delle Giunte e delle Commissioni parlamentari n. 266 di martedì 22 dicembre 2009, a pagina 42, la seconda riga della tabella (Comune di San Pietro Clarenza) è soppressa.

Consulta resoconti
Consulta convocazioni