IV Commissione - Resoconto di mercoledý 12 dicembre 2012


Pag. 63

INTERROGAZIONI

Mercoledì 12 dicembre 2012. - Presidenza del vicepresidente Francesco Saverio GAROFANI. - Interviene il sottosegretario di Stato per la difesa Filippo Milone.

La seduta comincia alle 14.

5-04421 Zazzera: Sulla dinamica dell'incidente che ha provocato la morte del caporal maggiore scelto Francesco Saverio Positano.

Il sottosegretario Filippo MILONE risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 1).

Pierfelice ZAZZERA (IdV), replicando, si dichiara insoddisfatto della risposta fornita dal rappresentante del Governo, che riporta informazioni di cui è già stata data ampia diffusione nelle notizie stampa.
Nel ripercorrere, quindi, la vicenda sulla tragica scomparsa del caporal maggiore Francesco Saverio Positano, rileva che sussistono gravi responsabilità riconducibili ai vertici militari, rei di aver fornito per oltre un anno informazioni non veritiere.
Solamente la tenacia dei familiari della vittima ha permesso - attraverso l'autopsia disposta dalla magistratura, a seguito dell'apertura di un'inchiesta - di far venire alla luce il comportamento delle autorità militari volto a celare le vere cause del decesso del caporal maggiore.
La risposta non reca alcun elemento che possa far conoscere se siano state presi provvedimenti nei confronti di coloro che hanno assunto i suddetti intollerabili comportamenti che hanno effetti negativi sulla credibilità dei vertici militari impegnati nelle missioni all'estero. Auspica, quindi, che sulla vicenda si possa svolgere una riflessione volta a fare completa chiarezza.

5-07479 Maurizio Turco: Sulle iniziative ispettive del Governo in ordine alla condotta del delegato del COCER dell'Arma dei carabinieri Giuseppe La Fortuna.

Il sottosegretario Filippo MILONE risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 2).

Maurizio TURCO (PD), pur dando atto al rappresentante del Governo di aver affrontato la questione sollevata nell'atto di sindacato ispettivo a differenza di quanto avvenuto in altre occasioni e particolarmente con il precedente Governo, si dichiara comunque insoddisfatto della risposta.

5-07724 Maurizio Turco: Sugli impianti di potabilizzazione istallati sulle unità navali militari di ultima generazione.

Il sottosegretario Filippo MILONE risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 3).

Maurizio TURCO (PD), replicando, si dichiara soddisfatto della risposta fornita dal Governo alla sua interrogazione.

5-08148 Contento: Sull'istanza presentata dal comune di Maniago per l'utilizzazione di una parte del terreno demaniale dell'area del condominio Baldassarre.

Il sottosegretario Filippo MILONE risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 4).

Manlio CONTENTO (PdL), replicando, si dichiara soddisfatto della risposta ricevuta, e si augura che al più presto possa completarsi l'iter del provvedimento di dismissione definitiva della parte del condominio Baldassarre di Maniago.

5-08403 Burtone: Sull'adeguamento dell'organico della stazione dei carabinieri di Picerno.

Il sottosegretario Filippo MILONE risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 5).


Pag. 64

Giovanni Mario Salvino BURTONE (PD), replicando, si dichiara insoddisfatto della risposta, che non reca novità rispetto a quanto già riferito in occasione di un precedente atto di sindacato ispettivo sulla medesima questione.
Evidenzia, quindi, come la dotazione organica del personale della stazione dei Carabinieri del comune di Picerno sia inferiore persino a quella di altri comuni limitrofi più piccoli, determinando una situazione assai preoccupante dal punto di vista della sicurezza, come confermato dai dati in suo possesso.

5-08479 Cannella: Sulle iniziative per riconfigurare il dipartimento militare di medicina legale di Palermo.

Il sottosegretario Filippo MILONE risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 6).

Pietro CANNELLA (PdL), nel richiamare l'attenzione del rappresentante del Governo sull'importanza - in termini di bacino di utenza - del dipartimento militare di medicina legale di Palermo, sul quale gravitano oltre 4.000 soldati dell'Esercito e circa 21.000 uomini appartenenti ad altre forze, si dichiara parzialmente soddisfatto dalla risposta che giudica interlocutoria, in quanto non viene sciolto il dubbio di fondo circa la scelta di privilegiare questa sede rispetto a quella di Torino.

Francesco Saverio GAROFANI (PD), presidente, dichiara concluso lo svolgimento delle interrogazioni all'ordine del giorno.

La seduta termina alle 14.20.

RISOLUZIONI

Mercoledì 12 dicembre 2012. - Presidenza del presidente Edmondo CIRIELLI. - Interviene il sottosegretario di Stato per la difesa Filippo Milone.

La seduta comincia alle 14.20.

7-00793 Ascierto: Sull'attuazione dell'articolo 402 del decreto del Presidente della Repubblica 15-3-2010 n. 90, con riguardo al rilascio e alla durata delle concessioni per la realizzazione di alloggi di servizio della Difesa, nonché alla determinazione dei canoni per gli alloggi realizzati o ristrutturati.

7-00999 De Angelis: Sul programma pluriennale di acquisizione di alloggi della Difesa e sulla modalità di gestione e alienazione del patrimonio alloggiativo.
(Seguito della discussione congiunta e rinvio).

La Commissione prosegue la discussione congiunta delle risoluzioni in titolo rinviata nella seduta del 5 dicembre 2012.

Marcello DE ANGELIS (PdL) evidenzia come le ipotesi di riformulazione della risoluzione a sua prima firma riguardano alcuni aspetti qualificanti degli impegni dell'atto di indirizzo. In particolare, ritiene che non possa essere accolta la richiesta di sopprimere i punti sub lettere b) e d) del secondo paragrafo della parte dispositiva, che indicano un criterio equo di determinazione dei canoni di locazione per gli utenti, anche con riguardo alle cosiddette «categorie protette». Anche a nome dell'onorevole Rugghia, cofirmatario dell'atto, e dell'onorevole Ascierto, presentatore della risoluzione oggetto di discussione congiunta, preannuncia pertanto l'intendimento di pervenire ad una nuova stesura della risoluzione che possa costituire una sintesi delle posizioni emerse nel corso del dibattito.

Antonio RUGGHIA (PD), condividendo le valutazioni espresse dal collega De Angelis, precisa che occorre comunque affermare il principio, sotteso agli impegni espressi nei punti sub lettere b) e d) del secondo paragrafo della parte dispositiva, dell'invarianza delle condizioni relative al canone di locazione per gli utenti di alloggi della difesa, tanto più se rientranti nell'area delle «categorie protette».


Pag. 65


Quanto all'ipotesi di riformulazione del punto sub lettera c) del secondo paragrafo della parte dispositiva, comprende la richiesta del rappresentante del Governo di confermare in modo testuale un impegno già assunto con l'approvazione della risoluzione 8-00177 Rugghia lo scorso 29 maggio 2012. Andrebbe tuttavia reso in modo esplicito il principio secondo cui l'acquisto dell'usufrutto da parte del coniuge superstite deve avvenire alle medesime condizioni praticate per il conduttore.

Filippo ASCIERTO (PdL), in qualità di proponente di una delle risoluzione in titolo, condivide l'auspicio di pervenire ad un atto di indirizzo unitario su tale tematica.

Il sottosegretario Filippo MILONE assicura che saranno effettuati gli opportuni approfondimenti volti a facilitare, per la parte che riguarda l'Esecutivo, l'approvazione di una risoluzione unitaria che costituisca un punto di sintesi tra le istanze dei proponenti degli atti di indirizzo e l'esigenza di assumere impegni pienamente coerenti con la normativa vigente in materia.

Francesco Saverio GAROFANI, presidente, preso atto degli esiti del dibattito, invita a pervenire tempestivamente ad un testo condiviso degli atti di indirizzo. Nessun altro chiedendo di intervenire, rinvia il seguito della discussione congiunta ad una prossima seduta.

7-00844 Rugghia: Sulle iniziative per il completamento e la messa in funzione dell'insediamento militare nell'area del Comune di Cutro.
(Seguito della discussione e rinvio).

La Commissione prosegue la discussione della risoluzione in titolo rinviata nella seduta del 14 novembre 2012.

Antonio RUGGHIA (PD) ricorda che nel corso della precedente seduta il rappresentante del Governo ha proposto una radicale riscrittura della parte dispositiva della risoluzione. Nei termini posti dal Governo, una siffatta riformulazione non appare accoglibile, in quanto non reca alcuna reale garanzia di proficuo utilizzo delle infrastrutture urbanistiche oggetto dell'atto di indirizzo. Invita quindi il Governo a modificare il proprio orientamento sulla risoluzione in titolo, al fine di approvarla nel testo originario.

Il sottosegretario Filippo MILONE osserva che la posizione del Governo si fonda sull'innegabile venir meno delle esigenze che avevano originato la pianificazione dell'insediamento militare nel comune di Cutro. Riconosce che la questione presenta profili complessi, che ormai solo in minima parte investono le competenze del suo Dicastero, non avendo quest'ultimo interesse all'uso della base.

Francesco Saverio GAROFANI, presidente, avverte che, non essendo stata accolta la proposta di riformulazione del rappresentante del Governo, il parere espresso dal Governo deve intendersi in senso contrario. Ricorda altresì che il parere contrario del Governo sul testo della risoluzione in discussione non impedisce alla Commissione di votare, ed eventualmente approvare, la risoluzione medesima. Spetta tuttavia alla Presidenza accertare che, con la propria contrarietà, il Governo non intenda avvalersi della facoltà, ad esso riservata, di chiedere che non si proceda alla votazione di una proposta di risoluzione e che di questa sia investita l'Assemblea, ai sensi dell'articolo 117, comma 3, del regolamento.

Il sottosegretario Filippo MILONE precisa che non intende opporsi alla votazione dell'atto di indirizzo. Invita tuttavia il sottoscrittore a valutare se vi siano margini per giungere ad un testo, diverso da quello originariamente proposto, su cui il Governo possa essere nelle condizioni di mutare il proprio giudizio negativo.

Antonio RUGGHIA (PD) si riserva di promuovere una nuova formulazione del


Pag. 66

l'atto di indirizzo, da porre in votazione alla prima seduta utile.

Francesco Saverio GAROFANI, presidente, nessun altro chiedendo di intervenire, rinvia il seguito della discussione ad una prossima seduta.

7-01049 Di Stanislao: Sugli interventi da attuare per bonificare le aree dei poligoni militari di tiro e sulla documentazione volta a specificare l'iter operativo della bonifica dei territori.
(Discussione e rinvio).

La Commissione inizia la discussione della risoluzione in titolo.

Augusto DI STANISLAO (IdV) illustra la risoluzione in titolo, ricordando in particolare che essa mira ad impegnare l'Esecutivo ad intervenire, non solo finanziariamente, per bonificare tutti i poligoni tenendo conto delle modalità, dei tempi, delle conseguenze e dei rischi per l'ambiente e per la salute umana a breve e a lungo termine, nonché ad elaborare e rendere nota un'apposita documentazione ufficiale sulla questione della bonifica dei poligoni militari, specificando per ogni realtà attraverso studi ed indagini l'iter operativo della bonifica dei territori.

Il sottosegretario Filippo MILONE si riserva di intervenire nel prosieguo del dibattito.

Francesco Saverio GAROFANI, presidente, nessuno chiedendo di intervenire, rinvia il seguito della discussione ad una prossima seduta.

La seduta termina alle 14.35.

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI

L'ufficio di presidenza si è riunito dalle 14.40 alle 14.45.

AVVERTENZA

Il seguente punto all'ordine del giorno non è stato trattato:

COMITATO RISTRETTO

Disposizioni concernenti la vendita, l'usufrutto e i canoni degli alloggi del Ministero della difesa
C. 5154 Di Biagio, C. 5160 Biancofiore, C. 5400 Rugghia, C. 5491 Bosi, C. 5566 Di Stanislao e C. 5581 Laganà Fortugno.