Camera dei deputati

Vai al contenuto

Sezione di navigazione

Menu di ausilio alla navigazione

Cerca nel sito

dal 29/04/2008 - al 14/03/2013

Vai alla Legislatura corrente >>

MENU DI NAVIGAZIONE PRINCIPALE

Vai al contenuto

Per visualizzare il contenuto multimediale è necessario installare il Flash Player Adobe e abilitare il javascript

INIZIO CONTENUTO

MENU DI NAVIGAZIONE DELLA SEZIONE

Salta il menu

Strumento di esplorazione della sezione Europa e Estero Digitando almeno un carattere nel campo si ottengono uno o più risultati con relativo collegamento, il tempo di risposta dipende dal numero dei risultati trovati e dal processore e navigatore in uso.

salta l'esplora

Sentenze della Corte di Giustizia dell'UE

Sentenza della Corte (Decima Sezione) del 6 novembre 2014

Causa n. :
C-546/13
Assegnazione:
    In data:
    26/01/2015
    NOTA DI SINTESI:

    La domanda di pronuncia pregiudiziale riguarda l'interpretazione delle sottovoci 8471 60 90 e 8518 22 90 della nomenclatura combinata (in prosieguo: la «NC») di cui all'allegato I del regolamento (CEE) n. 2658/87, relativo alla nomenclatura tariffaria e statistica ed alla tariffa doganale comune.

    L'Organizzazione mondiale delle dogane (OMD), ha elaborato il sistema armonizzato di designazione e di codificazione delle merci (in prosieguo: il «SA»), istituito con un'apposita convenzione internazionale, conclusa a Bruxelles il 14 giugno 1983 e approvata, a nome della Comunità economica europea, dalla decisione 87/369/CEE.

    Ai sensi della convenzione SA, ciascuna parte contraente si impegna a far sì che le sue nomenclature tariffarie e statistiche siano conformi al SA, e ad utilizzare tutte le voci e le sottovoci di quest'ultimo, senza aggiunte o modifiche, nonché i relativi codici numerici

    Nel periodo dicembre 2001-ottobre 2003 l'ADL ha importato nell'Unione casse acustiche prodotte dalla Harman Multimedia, società stabilita negli Stati Uniti, e destinate ad essere utilizzate esclusivamente quali unità periferiche di uscita per computer a marchio Apple.

    Ai fini della dichiarazione doganale l'ADL ha classificato le casse acustiche importate nella sottovoce 8471 60 90 della NC, quali periferiche per computer, beneficiando in tal modo dell'esenzione daziaria. Nell'anno 2005 l'Ufficio di Verona dell'Agenzia delle dogane, in esito a un procedimento di revisione dell'accertamento doganale, ha proceduto a contabilizzare a posteriori il dazio dovuto dall'ADL, rilevando che le casse acustiche in questione avrebbero dovuto essere classificate nella sottovoce 8518 22 90 della NC, quali altoparlanti, soggetti all'applicazione di dazi con aliquota del 4,5%. A seguito di domanda di annullamento dei provvedimenti applicativi del dazio nei confronti dell'ADL, con sentenza del 10 luglio 2009 la Commissione tributaria della regione Veneto ha ritenuto che le casse acustiche in questione fossero state correttamente classificate quali periferiche per computer, in quanto dalle istruzioni tecniche delle medesime risultava che erano utilizzabili esclusivamente se collegate con cavo USB ad un computer a marchio Apple, risultando incompatibili sia con strumentazioni audio diverse da personal computer, sia con personal computer con sistemi operativi diversi da MAC OS 9. L'Agenzia delle Dogane ha impugnato tale sentenza dinanzi alla Corte di Cassazione, sostenendo che i prodotti importati erano descritti come casse acustiche ("speakers multimediali") e presentavano pertanto tutte le caratteristiche per essere classificati quali altoparlanti.

    La Corte di cassazione ha dunque chiesto alla Corte di giustizia dell'UE di chiarire se i prodotti importati dall'ADL si debbano classificare quali unità di uscita di macchine automatiche per l'elaborazione dell'informazione (ovvero dei personal computer) alla sottovoce 8471 60 90 della NC, o quali altoparlanti, alla sottovoce 8518 22 90 della NC.

    Ad avviso della Corte di giustizia, secondo costante giurisprudenza, per garantire la certezza del diritto e facilitare i controlli, il criterio decisivo per la classificazione doganale delle merci va ricercato nelle loro caratteristiche e proprietà oggettive, quali definite nel testo della voce della NC e delle note delle sezioni o dei capitoli.

    Nel caso di specie, la Corte rileva che, a norma della NC, le macchine che, pur lavorando con un computer, esercitano una specifica funzione diversa dall'elaborazione dell'informazione, sono da classificare nella voce corrispondente alla propria specifica funzione.

    Pertanto, i prodotti importati dall'ADL, la cui specifica funzione consiste nel riprodurre il suono mediante la trasformazione di un segnale elettromagnetico in onde sonore, svolgono una funzione diversa dall'elaborazione dell'informazione; la circostanza che un altoparlante debba essere collegato ad un altro apparecchio, come una macchina automatica per l'elaborazione dell'informazione, non osta a che esso sia classificato nella voce corrispondente alla sua specifica funzione (la8518 22 90 della NC), ovvero come altoparlante e come tale soggetto all'applicazione di dazi.