Commissione parlamentare per le questioni regionali - Mercoledý 4 aprile 2012


Pag. 167

ALLEGATO 1

Modifica all'articolo 15 della legge 23 marzo 2001, n. 93, concernente il Parco museo delle miniere di zolfo delle Marche e dell'Emilia-Romagna (Testo unificato C. 4258 e C. 4467).

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La Commissione parlamentare per le questioni regionali,
esaminato il nuovo testo unificato delle proposte di legge C. 4258 e C. 4467, in corso di esame presso la VIII Commissione della Camera, recante modifica all'articolo 15 della legge 23 marzo 2001, n. 93, concernente il Parco museo delle miniere di zolfo delle Marche e dell'Emilia-Romagna;
rilevato che ai sensi dell'articolo 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione, la tutela dell'ambiente, dell'ecosistema e dei beni culturali appartiene alle materie di competenza esclusiva dello Stato;
considerata la partecipazione delle regioni e degli enti locali interessati al complessivo procedimento modificativo del decreto istitutivo del predetto Parco,
esprime

PARERE FAVOREVOLE.


Pag. 168

ALLEGATO 2

Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alle Comunità europee - Legge comunitaria 2012 (C. 4925 Governo).

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La Commissione parlamentare per le questioni regionali,
esaminato, per i profili di competenza, il testo del disegno di legge C. 4925, in corso di esame presso la XIV Commissione della Camera, recante disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alle Comunità europee - Legge comunitaria 2012;
rilevato che la mancata approvazione del disegno di legge di riforma della legge n. 11 del 2005, che disciplina il processo di partecipazione dell'Italia alla formazione e all'attuazione della normativa europea, approvato dalla Camera dei deputati il 23 marzo 2011 ed attualmente all'esame del Senato, impedisce la utilizzazione delle innovative procedure di adeguamento al Trattato di Lisbona per una più organica partecipazione delle autonomie regionali al processo di attuazione e formazione degli atti comunitari,
esprime

PARERE FAVOREVOLE

con la seguente condizione:
siano introdotte misure tese a consentire una più estesa ed incisiva partecipazione delle regioni e delle province autonome alla formazione degli atti dell'Unione europea, con particolare riferimento alle politiche di tutela della salute, dell'informazione sulle politiche attive del lavoro, dell'agricoltura, della pesca, dell'energia e dell'ambiente.


Pag. 169

ALLEGATO 3

Relazione consuntiva sulla partecipazione dell'Italia all'Unione europea nel 2011 (Doc. LXXXVII, n. 5).

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La Commissione parlamentare per le questioni regionali,
esaminata, per i profili di competenza, la Relazione consuntiva sulla partecipazione dell'Italia all'Unione europea, relativa all'anno 2011,
esprime

PARERE FAVOREVOLE.


Pag. 170

ALLEGATO 4

Schema di decreto del Presidente della Repubblica concernente la realizzazione del progetto denominato «Autostrada A27 Mestre-Belluno. Nuovo svincolo autostradale e stazione di Santa Lucia di Piave (Treviso)» (Atto n. 451).

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La Commissione parlamentare per le questioni regionali,
esaminato, ai sensi dell'articolo 143, comma 4, del regolamento della Camera, lo schema di decreto del Presidente della Repubblica concernente la realizzazione del progetto denominato «Autostrada A27 Mestre-Belluno. Nuovo svincolo autostradale e stazione di Santa Lucia di Piave (Treviso)» (atto n. 451), trasmesso alla Commissione ai sensi dell'articolo 81, comma 4, del decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1977, n. 616, nonché dell'articolo 3, comma 4, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 18 aprile 1994, n. 383;
evidenziato che, nell'ambito del procedimento autorizzatorio dell'opera in titolo, hanno espresso parere favorevole la regione Veneto, la provincia di Treviso e il comune di Santa Lucia del Piave;
considerato che la Commissione parlamentare per le questioni regionali è tenuta ad esprimere una valutazione di garanzia della salvaguardia delle prerogative e competenze riconosciute ai distinti livelli di governo del territorio interessati e coinvolti nello svolgimento del procedimento e preso atto che non si registrano, al riguardo, profili ostativi,
esprime

PARERE FAVOREVOLE.